"amors me fait commencier..."
Trovatori e trovieri del XII° e XIII° secolo
Concerto dedicato al ricco repertorio della poesia in lingua d’oc e d’oil, percorre le varie fasi evolutive di questa forma d’arte; dalle liriche più famose come “Can vei la lauseta mover” e “Lanqan li Jorn” a brani meno noti soprattutto dei trovieri del Nord della Francia. In linea con lo spirito interpretativo del gruppo abbiamo cercato di rivitalizzare queste antiche musiche attingendo alle tradizioni popolari e in qualche caso alla musica moderna, sempre utilizzando strumenti acustici. E’ il caso di “Amors me fait commencier”, arrangiato con una struttura ritmica composta, o di “M’entensio”, rivisitato secondo i caratteri della musica balcanica o ancora di “Selh que no vol”, in cui il modo musicale ricorda melodie d’Oriente. Ampio spazio è dato all’improvvisazione conferendo così al concerto vitalità e freschezza.